sabato, Novembre 28, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home ADR NEWS Punta sulla conciliazione la riforma del rito del lavoro

Punta sulla conciliazione la riforma del rito del lavoro

Redazione MondoADR
100 Newsletter, oltre 1.000 visite giornaliere e 10.000 abbonati. Sono questi i numeri di “Soluzioni ADR”, la newsletter mensile di ADR Center, nata nell’oramai “lontano” giugno 2002. In dieci anni, Soluzioni è cresciuta assieme alla rilevanza dell’istituto della mediazione in Italia, diventando luogo privilegiato di incontro e confronto in tema di risoluzione alternativa delle controversie.
Print Friendly, PDF & Email

In pochi anni le sentenze emesse dalla sezione lavoro della Corte di Cassazione sono raddoppiate, passando da 5mila a 10mila, a testimonianza di un carico giudiziario sempre crescente. Di qui l’esigenza di rimettere mano al rito del lavoro.

Il disegno di legge approntato dalla commissione ad hoc per la riforma del processo del lavoro prevede tra le altre cose un ruolo privilegiato per la conciliazione. La conciliazione rimane obbligatoria, salvo alcune controversie come quelle previdenziali, e il difensore sarà coinvolto nell’assistenza del cliente fin dalla fase precontenziosa.

La prima udienza del processo del lavoro, da fissarsi entro 60 giorni dal ricorso, dovrebbe dunque essere riservata al tentativo di conciliazione, compiuto dal giudice direttamente o da un conciliatore delegato iscritto in un apposito albo. L’assenza ingiustificata della parte interessata all’udienza di conciliazione verrebbe sanzionata con l’estinzione del processo. In caso di mancato successo del tentativo di conciliazione, invece, dovrà essere dato atto nel verbale delle ipotesi di soluzione emerse nel procedimento.

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome