domenica, Novembre 29, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home ADR NEWS Lo Stato di New York autorizza i provvedimenti cautelari anche nell'arbitrato internazionale

Lo Stato di New York autorizza i provvedimenti cautelari anche nell’arbitrato internazionale

Redazione MondoADR
100 Newsletter, oltre 1.000 visite giornaliere e 10.000 abbonati. Sono questi i numeri di “Soluzioni ADR”, la newsletter mensile di ADR Center, nata nell’oramai “lontano” giugno 2002. In dieci anni, Soluzioni è cresciuta assieme alla rilevanza dell’istituto della mediazione in Italia, diventando luogo privilegiato di incontro e confronto in tema di risoluzione alternativa delle controversie.
Print Friendly, PDF & Email

Il Governatore dello Stato di New York, George Pataki, ha firmato un provvedimento che garantisce alle Corti statali il potere di emanare provvedimenti cautelari e provvisori anche nelle controversie sottoposte ad arbitrato internazionale. La legislazione dello Stato di New York si conforma, così, alla legislazione federale e ai numerosi regolamenti arbitrali.

Fino ad oggi, questi provvedimenti del giudice erano ammessi solo negli arbitrati nazionali. Diversi commentatori avevano già  messo in evidenza che la disparità  di trattamento determinava un pregiudizio per le parti. Per questa ragione molti evitavano la giurisdizione di New York, con una ricaduta negativa sulla reputazione dello Stato come centro per gli arbitrati delle più importanti controversie commerciali.

Ora, invece, le Corti statali potranno emettere provvedimenti cautelari, ordini di pignoramento o ingiunzioni relativamente a ogni controversia arbitrale pendente. Tali rimedi provvisori potranno diventare esecutivi solo nel caso in cui l’arbitrato sia iniziato entro 30 giorni dal provvedimento. Decorsi 30 giorni il provvedimento decade, salva un’ulteriore proroga di 30 giorni per giusta causa.

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome