venerdì, Novembre 27, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home ADR NEWS La prima risposta del Parlamento europeo al Libro verde sull'ADR

La prima risposta del Parlamento europeo al Libro verde sull’ADR

Redazione MondoADR
100 Newsletter, oltre 1.000 visite giornaliere e 10.000 abbonati. Sono questi i numeri di “Soluzioni ADR”, la newsletter mensile di ADR Center, nata nell’oramai “lontano” giugno 2002. In dieci anni, Soluzioni è cresciuta assieme alla rilevanza dell’istituto della mediazione in Italia, diventando luogo privilegiato di incontro e confronto in tema di risoluzione alternativa delle controversie.
Print Friendly, PDF & Email

Nel suo recente rapporto approvato dalla Commissione Giustizia e Mercato Interno, Diana Wallis, presidente dei Liberal-Democratici al Parlamento Europeo, ha preso in esame i contenuti del Libro verde sull’ADR presentato nell’aprile del 2002 dalla Commissione Europea. Il rapporto si pronuncia in favore di un’attività  di sostegno nei confronti dei metodi alternativi di risoluzione delle controversie civili e commerciali nel contesto dell’Unione europea.

Secondola Wallis, i metodi di ADR sono spesso molto meno costosi e più efficienti di quelli tradizionali ed il loro sviluppo andrebbe favorito mediante l’adozione di codici di condotta piuttosto che mediante una serie di interventi legislativi di regolamentazione diretta. In ogni caso, il sostegno ai metodi di ADR non deve privare il cittadino del suo diritto a promuovere un’azione in giudizio.

A tale fine si è suggerita la stesura di una seconda edizione del Libro verde sull’ADR, che elenchi le specifiche norme di un eventuale codice di condotta, soprattutto in materia di controversie transnazionali, e che stabilisca una serie di garanzie procedurali minime per l’ADR, come l’imparzialità  del conciliatore e la confidenzialità .

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome