lunedì, Novembre 30, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home ADR NEWS Al varo il primo codice di condotta europeo per conciliatori

Al varo il primo codice di condotta europeo per conciliatori

Redazione MondoADR
100 Newsletter, oltre 1.000 visite giornaliere e 10.000 abbonati. Sono questi i numeri di “Soluzioni ADR”, la newsletter mensile di ADR Center, nata nell’oramai “lontano” giugno 2002. In dieci anni, Soluzioni è cresciuta assieme alla rilevanza dell’istituto della mediazione in Italia, diventando luogo privilegiato di incontro e confronto in tema di risoluzione alternativa delle controversie.
Print Friendly, PDF & Email

Un gruppo di lavoro composto da conciliatori e provider di ADR, con l’assistenza e la collaborazione della Direzione Generale di Giustizia e affari interni (Unità  C1: Giustizia civile) della Commissione europea, ha elaborato un codice di condotta europeo per conciliatori.

Il codice, da applicarsi a tutti i tipi di conciliazione in materia civile e commerciale, stabilisce una serie di principi ai quali ogni conciliatore può volontariamente decidere di attenersi, sotto la propria responsabilità . Lo stesso vale per enti che forniscono servizi di conciliazione i quali possono avvalersi del codice chiedendo ai propri conciliatori di rispettarne i principi.

Enti fornitori di servizi di conciliazione possono predisporre codici più dettagliati adattandoli al proprio contesto, ai tipi di servizi di conciliazione offerti o alle specifiche aree di competenza (in materia familiare, di consumo, ecc.).

Il codice di condotta europeo verrà  lanciato per la prima volta a Bruxelles durante una conferenza prevista per gli inizi di luglio. L’evento, la cui partecipazione è aperta al pubblico, rappresenta l’ultima tappa dell’elaborazione del codice. In tale occasione, infatti, sarà  presentata una lista di conciliatori ed enti che avranno fino a quel momento informato la Commissione di volersi attenere al codice. Al termine dell’incontro di luglio, la lista sarà  modificata in base a nuovi soggetti o organismi che avranno manifestato il medesimo interesse.

Maggiori informazioni circa l’evento, saranno presto disponibili sul sito della Direzione Generale di Giustizia e affari interni.

In allegato l’ultima versione del codice elaborata a seguito dell’incontro del gruppo di lavoro riunitosi il 25 marzo 2004.

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome