domenica, Novembre 29, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home ADR NEWS Successo per il Workshop di ADR Center a Latina

Successo per il Workshop di ADR Center a Latina

Redazione Soluzioni ADR
100 Newsletter, oltre 1.000 visite giornaliere e 10.000 abbonati. Sono questi i numeri di “Soluzioni ADR”, la newsletter mensile di ADR Center, nata nell’oramai “lontano” giugno 2002. In dieci anni, Soluzioni è cresciuta assieme alla rilevanza dell’istituto della mediazione in Italia, diventando luogo privilegiato di incontro e confronto in tema di risoluzione alternativa delle controversie.
Print Friendly, PDF & Email

Successo per il Workshop di ADR Center a Latina 29 settembre 2011 – Il workshop dal titolo “ Il risarcimento del danno non patrimoniale nella procedura di mediazione”, organizzato dall’ADR Center di Latina nella persona dell’Avv. Tosti in collaborazione con l’Avv. Roberta Calabrò ha raggiunto un alto gradimento non solo da parte degli addetti del settore.
In circa duecento, tra avvocati, medici legali ed altri professionisti, sono intervenuti per fare il punto su come affrontare al meglio una procedura di mediazione avente ad oggetto il risarcimento del danno alla persona e  le modalità di applicazione del decreto legislativo 28/10, anche alla luce della recente Risoluzione del Parlamento Europeo del 13 settembre 2011.

L’art. 5, comma 1, infatti ha reso obbligatorio il tentativo di conciliazione per i giudizi aventi ad oggetto il risarcimento danni derivante da responsabilità professionale medica. A far data dal 20/03/2012, il tentativo di conciliazione diventerà obbligatorio anche per i giudizi aventi ad oggetto il risarcimento danni derivante dalla circolazione di veicoli e natanti.
“Il successo del workshop – afferma l’Avv. Tosti – testimonia la sentita necessità di uno scambio di valutazioni tra professionisti e chi pratica quotidianamente i sistemi di risoluzione alternativa delle controversie (ADR), ed è stato soprattutto un momento prezioso perché è grazie all’esperienza condivisa che si potenziano i nuovi strumenti messi a disposizione dal Legislatore per dirimere la conflittualità”.

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome