domenica, Agosto 1, 2021

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Home ADR NEWS Per il Consiglio di Giustizia Civile dell'Inghilterra la mediazione obbligatoria è compatibile...

Per il Consiglio di Giustizia Civile dell’Inghilterra la mediazione obbligatoria è compatibile con l’art. 6 della Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo e deve essere incoraggiata

Redazione MondoADR

È stato pubblicato il 12 luglio 2021 il rapporto del Consiglio di giustizia civile inglese sulla risoluzione alternativa obbligatoria delle controversie (ADR). Nel gennaio 2021, il Master of the Rolls ha chiesto al Consiglio di giustizia civile di riferire sulla legalità e l’opportunità del ricorso obbligatorio all’ADR. Il rapporto conclude che la risoluzione obbligatoria (alternativa) delle controversie è compatibile con l’articolo 6 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo ed è, pertanto, lecita.

Il presidente del comitato di collegamento giudiziario/ADR e giudice capo per ADR, Lady Justice Asplin, ha dichiarato: “Questo rapporto affronta questioni che sono centrali per la forma e la programmazione della risoluzione delle controversie nel ventunesimo secolo. Abbiamo concluso che l’ADR può essere reso obbligatorio, soggetto a una serie di fattori. È necessario ulteriore lavoro per determinare i tipi di ricorso e le situazioni in cui l’ADR obbligatoria sarebbe appropriata e più efficace per tutti gli interessati, sia nel sistema attuale che in relazione alla giustizia online.”

In risposta al rapporto, il Master of the Rolls, Sir Geoffrey Vos, presidente del Consiglio di giustizia civile e capo della giustizia civile, ha dichiarato: “Sono grato a Lady Justice Asplin e al gruppo di lavoro per questo eccellente rapporto. Concludono che è possibile, laddove rimane disponibile un procedimento giudiziario, legalmente affidare la risoluzione (alternativa) delle controversie. L’ADR non deve più essere vista come “alternativa” ma come parte integrante del processo di risoluzione delle controversie; tale processo dovrebbe concentrarsi sulla “risoluzione” piuttosto che sulla “disputa”.

La relazione inglese analizza diversi modelli di mediazione obbligatoria tra cui l’esperienza italiana del primo incontro di mediazione come condizione di procedibilita citando un articolo di Leonardo D’Urso “Italy’s ‘Required Initial Mediation Session’: Bridging The Gap between Mandatory and Voluntary Mediation” pubblicato nella rivista americana Alternatives.

Qui il rapporto integrale in inglese: Civil-Justice-Council-Compulsory-ADR-report-1

 

 

 

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome