sabato, Novembre 28, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home ADR NEWS Nuove procedure di ADR a tutela della riservatezza

Nuove procedure di ADR a tutela della riservatezza

Redazione MondoADR
100 Newsletter, oltre 1.000 visite giornaliere e 10.000 abbonati. Sono questi i numeri di “Soluzioni ADR”, la newsletter mensile di ADR Center, nata nell’oramai “lontano” giugno 2002. In dieci anni, Soluzioni è cresciuta assieme alla rilevanza dell’istituto della mediazione in Italia, diventando luogo privilegiato di incontro e confronto in tema di risoluzione alternativa delle controversie.
Print Friendly, PDF & Email

Il National Crime Prevention and Privacy Compact Council è intento a formulare una proposta su una nuova procedura di ADR per la gestione di controversie che coinvolgono l’uso di informazioni personali da parte delle agenzie federali.

In una nota che descrive la nuova procedura, il Consiglio prospetta la creazione di un Comitato perla Risoluzione delle Dispute. Questo comitato gestirà  i reclami e nei casi appropriati li devolverà  al Consiglio per l’audizione e la decisione. Per migliorare l’efficienza, il Comitato formerà  un gruppo ristretto, incaricato di controllare le informazioni rilevanti e di indirizzare raccomandazioni al Presidente e all’intero Consiglio.

Il Consiglio Nazionale è stato istituito dal Congresso degli Stati Uniti nel 1998, al fine di stabilire un sistema nazionale tramite cui le agenzie statali e quelle federali possano scambiarsi le informazioni inserite nei casellari penali. Il Consiglio è retto da un comitato di 15 membri, responsabile di stabilire regole e procedure per gli scambi di informazioni.

Le controversie che saranno prese in considerazione includeranno: i ricorsi contro il Consiglio per interpretazioni scorrette dell’Accordo o per atti che eccedono la sua autorità ; i ricorsi contro le regole stabilite dal Consiglio che si ritengono contrarie al suo statuto; infine, i reclami contro le parti inadempienti verso una prescrizione dell’Accordo o verso qualsiasi altra regola o procedura stabilita dal Consiglio stesso.

Quando la parte che si ritiene danneggiata sottoscrive una denuncia attraverso le procedure di soluzione previste, questa potrà  essere deferita al Comitato perla Risoluzione delle Dispute, che deciderà  se fissare o meno un’udienza e se richiedere informazioni aggiuntive sulla controversia.

Nel caso in cui sia negata l’udienza e la parte non sia disposta ad accettare la decisione del Consiglio, l’FBI e gli Stati avranno l’opportunità  di appellarsi al Procuratore Generale, o in ultima istanza ad una Corte Federale Distrettuale.

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome