domenica, Novembre 29, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home Articoli Mediation in the City

Mediation in the City

Rachele Neferteri Gabellini
Avvocato specializzato in materia di risoluzione delle controversie civili, commerciali e del lavoro, dopo aver acquisito esperienza presso lo Studio Legale Baker&McKenzie (2004 – 2009) nelle sedi di Roma e Londra, da luglio 2009 è Case Management Coordinator di ADR Center S.p.A. e mediatore accreditato ai sensi del D. Lgs. n. 5/2003. Dal 2003 ha assistito a numerose mediazioni internazionali sia in Italia presso ADR Center che negli Stati Uniti presso la sede di New York di JAMS. Nel marzo 2010 ha conseguito con successo presso l’Università Queen Mary di Londra il “Diploma in International Commercial Arbitration and ADR” ed è intervenuta in qualità di docente in numerosi corsi e workshop di approfondimento in materia di mediazione sia in Italia che all’estero, tra cui l’Università LUISS di Roma, l’IPR Desk di Istanbul e Università di Ankara. Sin dal 2003 è autrice di numerosi articoli in materia di mediazione pubblicati sulla rivista online “Soluzioni” di Mondo ADR. Ha partecipato alla edizione del 2003 del corso Making and Saving Deals al termine del quale ha ottenuto la scholarship presso il dipartimento di arbitrato e litigation di CameronMcKenna a Londra. Nell’ultimo anno ha collaborato e partecipato con ADR Center S.p.A. all’organizzazione di corsi di formazione per i maggiori studi legali internazionali. Fa parte del Comitato Giustizia del Centro Studi del Club Lions International, distretto 108L ed è membro di ArbIt (Italian forum for Arbitration and ADR).
Print Friendly, PDF & Email

Nel giro di pochi anni il Commercial and Chancery Bar ha reso Londra il maggiore centro di Alternative Dispute Resolution (ADR) nel mondo. A seguito della riforma delle regole di procedura civile del 1999 (Riforma Woolf), gli avvocati non hanno solo acquisito una maggiore conoscenza delle regole dell’ADR, ma hanno anche iniziato a metterle in pratica, proponendole ai propri clienti e dimostrando di apprezzarne i benefici e l’efficacia come valida alternativa al giudizio ordinario. La riforma della procedura civile ha preparato il terreno alla diffusione dell’ADR da un punto di vista legislativo, ma il vero salto di qualità  è in gran parte riconducibile al caso Dunnett contro Railtrack del 2002. Questa causa ha dimostrato l’efficacia della conciliazione in termini di costi e di riduzione dei rischi del contenzioso. Un recente sondaggio rivela che l’87% dei clienti sono rimasti soddisfatti dalle procedure di ADR oltre le aspettative iniziali. L’ADR, e in particolare la conciliazione, vengono incontro alle esigenze di business delle aziende, sia in termini sostanziali di risoluzione effettiva delle problematiche sottese alla controversia, sia in riferimento ai tempi e ai costi del procedimento.Londra è da sempre uno dei maggiori centri nel mondo per l’arbitrato internazionale, ed ora, adeguandosi ai tempi ed alle esigenze del mondo commerciale, è progressivamente diventata il fulcro per lo sviluppo della conciliazione in Europa, il punto di incontro tra i paesi di common law e di civil law. Il punto di partenza è stato la formazione di coloro che operano nel campo del diritto e che applicano le procedure. La loro conoscenza del procedimento di conciliazione ha consentito la diffusione dell’ADR in modo esponenziale. È stato un processo lento che oggi, tuttavia, possiamo descrivere come una vera e propria rivoluzione. Rachele Neferteri Gabellini

 

da Settling in the city, di Eileen Carroll, The Lawyer

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome