domenica, Dicembre 6, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home Articoli La costruzione dell'aeroporto internazionale di Hong Kong

La costruzione dell’aeroporto internazionale di Hong Kong

Rachele Neferteri Gabellini
Avvocato specializzato in materia di risoluzione delle controversie civili, commerciali e del lavoro, dopo aver acquisito esperienza presso lo Studio Legale Baker&McKenzie (2004 – 2009) nelle sedi di Roma e Londra, da luglio 2009 è Case Management Coordinator di ADR Center S.p.A. e mediatore accreditato ai sensi del D. Lgs. n. 5/2003. Dal 2003 ha assistito a numerose mediazioni internazionali sia in Italia presso ADR Center che negli Stati Uniti presso la sede di New York di JAMS. Nel marzo 2010 ha conseguito con successo presso l’Università Queen Mary di Londra il “Diploma in International Commercial Arbitration and ADR” ed è intervenuta in qualità di docente in numerosi corsi e workshop di approfondimento in materia di mediazione sia in Italia che all’estero, tra cui l’Università LUISS di Roma, l’IPR Desk di Istanbul e Università di Ankara. Sin dal 2003 è autrice di numerosi articoli in materia di mediazione pubblicati sulla rivista online “Soluzioni” di Mondo ADR. Ha partecipato alla edizione del 2003 del corso Making and Saving Deals al termine del quale ha ottenuto la scholarship presso il dipartimento di arbitrato e litigation di CameronMcKenna a Londra. Nell’ultimo anno ha collaborato e partecipato con ADR Center S.p.A. all’organizzazione di corsi di formazione per i maggiori studi legali internazionali. Fa parte del Comitato Giustizia del Centro Studi del Club Lions International, distretto 108L ed è membro di ArbIt (Italian forum for Arbitration and ADR).
Print Friendly, PDF & Email
Il nuovo aeroporto internazionale di Hong Kong (Check Lap Kok) è il simbolo della crescita esponenziale dell’economia cinese. Progettato per ospitare più di 80 milioni di passeggeri all’anno è attualmente il quinto aeroporto al mondo e vanta più di 650 decolli e atterraggi giornalieri.
 
Il progetto per la costruzione di Chek Lap Kok è stato definito il più grande e il più costoso della storia, con 20 milioni di dollari investiti. Nonostante la partecipazione di quattro sponsor, la negoziazione di più di 225 contratti e la realizzazione di ben 10 diversi progetti, la costruzione di Chek Lap Kok è stata realizzata nei tempi previsti e ad un costo inferiore al budget inizialmente preventivato.
 
Il segreto di un simile risultato è legato ad una grande intuizione del governo di Hong Kong: l’uso combinato di diverse procedure di alternative dispute resolution applicate per risolvere in modo efficiente, e spesso in via preventiva, le innumerevoli problematiche e tipologie di controversie sorte nel corso dei lavori. Si è utilizzato in particolare un sistema articolato di strumenti di conciliazione definito a livello contrattuale come metodo necessario e preventivo per ogni futura controversia, con il ricorso all’arbitrato come extrema ratio.
 
Tra i vari sistemi adottati dal Dipartimento dei Servizi Architettonici del governo di Hong Kong, il Dispute Resolution Board si basa sulla selezione di un panel di esperti (generalmente tre) nell’ambito di diversi settori, in grado di individuare e valutare in anticipo i problemi ed eventualmente offrire una rapida soluzione prima di arrivare al giudizio.
 
Un altro dei sistemi più diffusi e utilizzati è denominato Dispute Resolution Advisor System. Generalmente applicato nell’ambito della realizzazione di grandi progetti architettonici, questo metodo prevede l’impiego di un unico soggetto neutrale (individuo o ente) selezionato in via preventiva e incaricato di assistere le parti nel valutare i possibili rischi connessi alla realizzazione del progetto, evitando pertanto l’insorgere di controversie ed eventualmente risolvendo le problematiche nel minor tempo possibile: il Dispute Resolution Advisor è assunto generalmente dal titolare del progetto in aggiunta ai cosiddetti “project administrators”, ossia coloro che dirigono e gestiscono la realizzazione.
 
Il coordinamento tra l’advisor e i project administrators con i diversi contraenti consente di valutare e risolvere le potenziali controversie in tempo reale non appena o addirittura prima che queste insorgano. Ruolo degli advisors è anche quello di facilitare la cooperazione delle parti non appena si verifichi una controversia.
 
Infine, un terzo sistema, definito Early Expert Neutral Determination Process, è caratterizzato dalla possibilità di sottoporre a esperti specifiche problematiche tecniche nell’ambito di controversie più complesse.
 
I risultati impensabili ottenuti con l’uso anche abbinato di tali sistemi nei grandi progetti commerciali dimostrano la inequivocabile efficacia dell’ADR rispetto al giudizio tradizionale.
 
 
da “Dispute Resolution Boards. A New Exciting Role for Commercial Dispute Resolution: A Quintessential Example of ADR in Action”, di Robert Wrede

1 Commento

  1. Pnso vogliate dire 20 ‘miliardi’ di dollari e non milioni.
    L’articolo è per i buracrati, sempre che questi siano interessati a imparare come si fanno le cose.
    Io volevo sapere dello spianamento dell’isola e la costruzione fisica dell’aeroporto.
    Grazie lo stesso.
    CORREZIONE

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome