venerdì, Novembre 27, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home Articoli Il "conflitto formativo"per imparare a conciliare

Il “conflitto formativo”per imparare a conciliare

Print Friendly, PDF & Email

Il conflitto formativo è un procedimento volontario e confidenziale che combina i metodi di ADR per la risoluzione delle liti con le esigenze della formazione. L’obiettivo dei partecipanti al conflitto formativo non è solo la risoluzione del conflitto, ma anche la prevenzione, la comunicazione efficace nelle situazioni difficili e in generale la gestione della controversie piuttosto che la sua eliminazione.

Ogni partecipante al conflitto formativo è accompagnato da un mentore. Il mentore è una persona esperta che condivide con i più giovani i benefici della sua esperienza. Egli fornisce consigli, informazioni e assistenza nella gestione dei conflitti. A differenza della conciliazione, durante la quale il conciliatore agevola la discussione tra due o più parti, il conflitto formativo non coinvolge nel procedimento la controparte.

Anche il conciliatore può instaurare un conflitto formativo negli incontri di preparazione alla conciliazione vera e propria (ad esempio nel caucus), ma contrariamente al mentore, il suo obiettivo non è di aiutare una parte a sviluppare le proprie capacità  nel conflitto. Il mentore, difatti, aiuta le persone coinvolte a capire bene il procedimento e a identificare interessi comuni e conseguenze delle proprie azioni, a pensare alle possibili alternative e a ideare strategie e soluzioni. Il conflitto formativo può essere usato anche nella fase immediatamente successiva a una conciliazione.

Il conflitto formativo è pertanto un processo dinamico che trova molteplici applicazioni e che può essere usato in sostituzione o congiuntamente ad altri tipi di formazione, alla stessa conciliazione o ad altri processi di risoluzione dei conflitti. Il conflitto formativo rappresenta in buona sostanza una conciliazione compiuta con l’assistenza di una persona esperta, che ci aiuta a razionalizzare e comprendere quanto sta avvenendo nel conflitto. Fornisce supporto, assistenza ed incoraggia le persone a migliorare le proprie conoscenze e le proprie capacità  per la risoluzione dei conflitti, con un processo che per quanto possibile viene ritagliato sulle esigenze del singolo.

Ana-Maria Fagetan
da Conflict Coaching – When It Works And When It Doesn’t, di Cinnie Noble

 

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome