martedì, Dicembre 1, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home ADR NEWS Gestire il contenzioso arretrato con l'ADR

Gestire il contenzioso arretrato con l\’ADR

Redazione MondoADR
100 Newsletter, oltre 1.000 visite giornaliere e 10.000 abbonati. Sono questi i numeri di “Soluzioni ADR”, la newsletter mensile di ADR Center, nata nell’oramai “lontano” giugno 2002. In dieci anni, Soluzioni è cresciuta assieme alla rilevanza dell’istituto della mediazione in Italia, diventando luogo privilegiato di incontro e confronto in tema di risoluzione alternativa delle controversie.
Print Friendly, PDF & Email

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA) si sta rivolgendo ai fornitori privati di ADR e a singoli conciliatori per risolvere il carico di cause civili pendenti promosse contro il Dipartimento negli ultimi vent’anni.

I casi ideali per una conciliazione stragiudiziale sono in particolare quelli di discriminazione nella concessione di prestiti agricoli e per l’edilizia rurale, e quelli che riguardano altri programmi agricoli amministrati dall’USDA.

Alcune cause sono state intentate più di 20 anni fa e il lavoro dei conciliatori dovrà  tenerne conto. Secondo le stime del Dipartimento, si tratterebbe di portare a termine circa 100 casi.

I professionisti chiamati a risolvere queste controversie dovranno condurre delle tele-conferenze preliminari, fissare un programma degli incontri di conciliazione, formulare proposte di soluzione e gestire i casi su base nazionale o regionale. Ai conciliatori verrà  anche richiesto di partecipare al training del Dipartimento.

Le abilità  considerate fondamentali per i conciliatori saranno la capacità  di comporre dispute complesse che coinvolgono contemporaneamente il settore privato e le agenzie di governo, l’abilità  di comunicare efficacemente con gli individui di diversa estrazione sociale e culturale e la comprensione nei confronti dei reclamanti.

Nel condurre le sessioni conciliative, i conciliatori dovranno essere in grado di fornire alle parti una valutazione del loro caso, incluso un parere legale, ed informarle dei pro e contro della vicenda, compresi gli argomenti utilizzati dalla controparte e quali sono possibili rimedi. Altre competenze richieste saranno quelle di saper scrivere accordi chiari, di saper strutturare al meglio le sessioni conciliative e di tenere a bada le parti in situazioni fortemente emotive e di grande stress.

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome