venerdì, Novembre 27, 2020

Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie

Nr. 1 - Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia

Print Friendly, PDF & Email
Home ADR NEWS C'è spazio per l'ADR nella class action italiana

C’è spazio per l’ADR nella class action italiana

Redazione MondoADR
100 Newsletter, oltre 1.000 visite giornaliere e 10.000 abbonati. Sono questi i numeri di “Soluzioni ADR”, la newsletter mensile di ADR Center, nata nell’oramai “lontano” giugno 2002. In dieci anni, Soluzioni è cresciuta assieme alla rilevanza dell’istituto della mediazione in Italia, diventando luogo privilegiato di incontro e confronto in tema di risoluzione alternativa delle controversie.
Print Friendly, PDF & Email

Un emendamento alla Legge Finanziaria 2008, approvato la scorsa settimana dal Parlamento, sembra ritagliare un ruolo privilegiato per la conciliazione all’interno del nuovo strumento della class action.

Come noto, la disciplina della class action nostrana dovrebbe introdurre in capo alle associazioni dei consumatori riconosciute il potere di promuovere l’azione a tutela degli utenti.

Non c’è possibilità invece che un’azione in giudizio individuale si trasformi strada facendo in una class action, come avviene negli Stati Uniti, anche se in futuro è prevista la possibilità che il novero dei soggetti legittimati sia ampliato per via di decreto ministeriale.

La class action potrà essere promossa non solo in base al contratto sottoscritto fra utente e azienda, ma anche per qualsiasi genere di danno causato da una pratica scorretta che abbia leso i diritti di una pluralità di consumatori.

Con la  modifica prevista dal recente emendamento, il risarcimento dovuto dall’azienda a ciascun singolo consumatore in seguito a una condanna ricevuta all’esito della class action sarà determinato da una Camera di conciliazione presieduta da un conciliatore professionista, nella quale saranno rappresentati anche i difensori degli utenti e i difensori delle imprese. Solo in caso di disaccordo sul risarcimento, il singolo potrà proporre una causa ordinaria a titolo individuale.

Commenta

inserisci un comento
Inserisci qui il tuo nome