+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Iniziativa ADR Center Nr. 1 Registro organismi di
mediazione Ministero della Giustizia
Stefania Pieroni
Stefania Pieroni
Dottore Commercialista iscritta all’Ordine di Roma, è mediatore nella risoluzione alternativa delle controversie, collabora con ADR Center in qualità di client advisor.
Articoli di Stefania Pieroni

Il problema dell’arretrato della giustizia civile, con i lunghissimi tempi di definizione delle cause – 882 giorni in Tribunale, 115 giorni per il raggiungimento dell’accordo in mediazione – è lievemente migliorato ma lontano dall’essere risolto[1];

e continuano “le condanne delle Corti europee, i moniti della comunità internazionale, le impietose statistiche che collocano l’Italia

GR-206-Face-to-Face“La capacità di vedere la situazione come la vede l’altra parte, per quanto difficile possa essere, è una delle abilità più importanti che un negoziatore può possedere”. (Roger Fisher)

Lo sanno bene al PON (Program On Negotiation), il Programma di Negoziazione della Harvard Law School, da tempo dedito allo studio della teoria e della pratica

Effetti economici della lunga durata dei processi in Italia

Uno studio dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili di Roma, predisposto nello specifico dalla Commissione Arbitrato e Conciliazione, recentemente pubblicato (in calce il relativo link), conferma tra l’altro, quanto espresso nella relazione illustrativa dell’emendamento all’art. 53 del disegno di legge concorrenza (AS 2085 A) – volto a stabilizzare permanentemente le disposizione del comma

I giudici a lezione di mediazione delegataLa necessità di apprendere un nuovo modello di mediazione. Dalla riforma delle norme sulla mediazione civile e commerciale introdotte con il decreto del fare, moltissime le occasioni di esaminare questo “nuovo modello” che vede la contestata obbligatorietà , rectius: condizione di procedibilità , oramai “attenuata” e sostanziarsi nell’obbligo, per legge o per precetto giudiziario

5 Aprile 2011

Il controllo sugli organismi di mediazione e sugli enti formatori

E il contributo esterno di enti e organismi all’analisi preventiva dei dati

Le vigenti norme in tema di mediazione civile e commerciale – D. Lgs. 28 del marzo 2010 e D.M. 180 di ottobre 2010 – prevedono, tra l’altro, l’individuazione di specifiche attività volte alla verifica dei soggetti coinvolti nella procedura, sia sotto il profilo dei requisiti minimi che tali soggetti debbono possedere per ottenere l’iscrizione nel

19 Febbraio 2011

Cui prodest un rinvio della mediazione?

I dati di una rivoluzione necessaria

Se ci poniamo la domanda con lo stesso intento di Medea,  nella tragedia di Seneca, la risposta (colui al quale il crimine porta vantaggi, egli l’ha compiuto) sarebbe in questo caso  retorica,  potrebbe essere più  utile, allora, trasformala  nella seguente: a cosa serve un rinvio della mediazione, a cosa gioverebbe?
Proviamo a fotografare la situazione

I vantaggi della mediazioneDopo la pubblicazione dell’articolo del mese scorso (I vantaggi economico/fiscali della mediazione ex D.lgs. 04/03/2010 n. 28), continua la disamina dei vantaggi economico/fiscali della mediazione ex D.Lgs 28/2010 così come previsti dal legislatore, anche in attuazione della legge delega (l. 69/09 art. 60 comma 3 lettera o), che stabilisce di prevedere, a favore

Con il decreto legislativo del 04/03/2010 n. 28 sulla mediazione civile e commerciale  (il decreto), il legislatore  ha previsto, a favore di quanti vi facciano ricorso, forme di esenzioni ed agevolazioni fiscali; ciò anche in attuazione delle legge delega (l. 69/09 art. 60 comma 3 lettera o), che stabilisce di prevedere, a favore delle parti

Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...