+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Iniziativa ADR Center Nr. 1 Registro organismi di
mediazione Ministero della Giustizia
Luca Tantalo
Luca Tantalo
È mediatore professionista ai sensi del D.lgs. 28/2010, avendo frequentato il corso di 52 ore dell’ADR Center. Iscritto all’Ordine degli Avvocati di Roma dal 1997, è abilitato al patrocinio presso le Magistrature Superiori. Da quando ha conosciuto l’istituto della mediazione e delle ADR in generale, sta cercando di proporre tale soluzione alla quasi totalità della sua clientela, essendo convinto che questo sia il miglior modo di tutelare gli interessi dei clienti.
Articoli di Luca Tantalo

Come noto, il DL 18 del 2020, convertito in legge dalla L. 27/2020 (pubblicata sulla G.U. del 29 aprile 2020), è intervenuto in modo importante sulle mediazioni telematiche e sulla facoltà del legale di certificare l’autografia del cliente, che non ha la possibilità di incontrare fisicamente. Il comma 20 bis dell’art. 83, tra le altre

Come ben noto, il D.lgs. 28/10, come modificato dalla legge 98/2013 e dalle ulteriori disposizioni di legge (art. 1-bis, comma 2, D.Lgs. 6 agosto 2015, n. 130, comma, da ultimo, modificato dall’articolo 11-ter del D.L. 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla L. 21 giugno 2017, n. 96 , e dall’ art. 2, comma

Così ha avuto modo di esprimersi la III Sezione della Suprema Corte nella sentenza n. 8473 del 6 febbraio 2019, depositata il 27 marzo successivo. La sentenza offre già ad una prima lettura diversi punti critici, per esempio per il fatto di avere decisamente errato nell’interpretazione di quello che è il reale spirito della mediazione, …
Questo è il principio espresso in una nuova ordinanza del dott. Fabrizio Pasquale, Giudice presso il Tribunale di Vasto, non nuovo a questi interessanti e ottimamente motivati provvedimenti in materia.

L’ordinanza è stata emessa in una causa in cui il Giudice, con precedente ordinanza del 13 luglio 2015, aveva disposto, ai sensi dell’art. 5, secondo

Mediazione: il Consiglio di Stato stabilisce definitivamente che le spese di avvio sono sempre dovute; inoltre, che gli avvocati, mediatori di diritto, hanno l’obbligo di formarsi  e di svolgere il tirocinio, secondo quanto previsto dal D.M. 180/2010 e che la mediazione è del tutto conforme ai principi costituzionali.

Il Consiglio di Stato, con sentenza depositata


Di Luca Tantalo, mediatore presso Adr Center.

Il Tribunale di Vasto, con sentenza del 9 marzo 2015, che si inserisce nel filone giurisprudenziale ormai costante, che ha ribadito più volte l’acclarato principio della indispensabilità della presenza delle parti nel procedimento di mediazione, onde assicurarne l’effettivo svolgimento, ha cercato di andare oltre, stabilendo dei principi

Commento Luca Tantalo

 

Il Tribunale di Firenze, con ordinanza del 26 novembre 2014, in persona della dott.ssa Breggia, vera esperta del campo, facendo seguito all’altro importante provvedimento del 19 marzo del 2014, ha statuito alcuni principi importanti. Questi principi, però, a modestissimo parere dello scrivente, noto fautore della mediazione (e della sua obbligatorietà), lasciano alcuni dubbi, naturalmente

Sono un avvocatoNelle nuove tabelle con i parametri previsti per la liquidazione degli onorari degli avvocati, sono presenti alcune interessanti novità. Una in particolare sembra piuttosto importante, ed è riportata nella relazione accompagnatrice del nuovo D.M, attualmente all’esame del Consiglio di Stato e successivamente, delle Commissioni Giustizia di Camera e Senato.

Nei nuovi parametri, ove approvati, viene

In vigore la nuova direttiva europea sull'ADR e il regolamento sull’ODR nei rapporti con i consumatori(già pubblicato dall’autore su dirittoegiustizia.it) Nel lontano 2008, esattamente il 21 maggio, fu approvata la prima Direttiva Ue (52/2008), in materia di ADR, e in modo più specifico di mediazione. In attuazione di questa delibera, era poi stato emanato nel nostro ordinamento il tanto contestato D.Lgs. 28/10, poi parzialmente dichiarato incostituzionale per eccesso di delega. …
26 Novembre 2012

Il giudice invita le parti in mediazione presso un organismo serio ed efficiente

Trib. di Roma, sez. Ostia 26/11/12 – Massimo Moriconi
Con l’ordinanza del 26 novembre scorso, il Tribunale di Roma – sez. distaccata di Ostia, dimostra di aver ben compreso lo spirito dell’istituto della mediazione. Il Giudice, nell’ambito di una complessa controversia in materia di un bene immobiliare venduto a due soggetti diversi, poi pignorato, e di risarcimento del danno, ha reputato, vista l’istruttoria e …
Come noto, il 24 ottobre scorso la Corte Costituzionale, attraverso un brevissimo comunicato stampa, ha annunciato che avrebbe dichiarato l’incostituzionalità del D.lgs. 28/2010 nella parte in cui esso prevede l’obbligatorietà del tentativo di mediazione.

Per il Tribunale di Varese, e precisamente per l’ordinanza emessa il 9 novembre dal giudice dott. Buffone, la dichiarazione di incostituzionalità

Con ordinanza dell’8 novembre scorso, il Tribunale di Lamezia Terme ha statuito che, in mancanza del deposito della sentenza della Corte Costituzionale, la condizione di procedibilità, come prevista dall’art. 5 del D.Lgs. debba considerarsi ancora in vigore, non essendo stata depositata né pubblicata la preannunciata (cfr. comunicato della Corte Costituzionale) sentenza che ne ha dichiarato …
Il Tribunale di Busto Arsizio, sez. distaccata di Gallarate, con sentenza del 15 giugno 2012, ha ritenuto di dover dichiarare l’improcedibilità della domanda, in tema di locazioni, in quanto le parti non avevano assolto all’invito di presentare la domanda di mediazione ex D. Lgs. 28/10.

In realtà, una delle parti aveva inviato, mediante raccomandata a.r.

Due interrogazioni al Ministro della giustizia sulla vigilanza e sui giudici di paceIl Sen. De Lillo, facendo seguito al disegno di legge sull’interpretazione autentica dell’articolo 5 del D.Lgs. del 4 marzo 2010, n. 28, al quale è stato assegnato il n. S. 3494 , ha presentato due importanti interrogazioni al Ministro della Giustizia, sempre in materia di mediazione.

La prima riguarda, ancora una volta, la nota sentenza

Senato della RepubblicaE’ stato presentato in Senato, su iniziativa del sen. Stefano De Lillo, un disegno di legge sull’interpretazione autentica dell’articolo 5 del D.Lgs. del 4 marzo 2010, n. 28.

Con detto DDL, il sen. De Lillo, visto l’atteggiamento di taluni Giudici di Pace, i quali con alcune sentenze (la più famosa è quella del Giudice D’Onofrio)

Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...