+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Iniziativa ADR Center Nr. 1 Registro organismi di
mediazione Ministero della Giustizia
20 Febbraio 2008

Negoziare in preda all’ira pregiudica il risultato

di Rachele Neferteri Gabellini
Print Friendly, PDF & Email

Secondo un antico proverbio cinese: “fintanto che un uomo è adirato non può essere nel giusto”. Studi empirici hanno appurato che lo stato d’ira nella negoziazione induce il negoziatore a raggiungere un accordo affrettato e spesso meno vantaggioso rispetto a chi gestisce la controversia in modo neutrale e distaccato.
 


 


 
Un aspetto singolare di chi conclude un accordo in stato d’ira, è quello di ritenersi generalmente soddisfatto del risultato, seppur raggiunto a condizioni meno favorevoli. Lo stato d’ira altera nell’immediato la percezione della posizione negoziale, inducendo il negoziatore ad effettuare valutazioni eccessivamente ottimistiche e a prendere decisioni affrettate e rischiose con risultati finali più svantaggiosi. In sostanza, l’alterazione emozionale determina un’incapacità  di valutazione realistica della controversia.
 


 

Nelle tecniche di negoziazione, la provocazione della controparte è anche una tattica per indurre quest’ultima a raggiungere l’accordo a condizioni meno favorevoli. È nota a tal proposito l’arguta osservazione della regina Elisabetta di Inghilterra: “L’ira rende gli uomini sagaci, ma li lascia poveri”.
 
 

Proprio per evitare di incorrere inconsapevolmente in simili errori, e per poter gestire al meglio le trattative, quando il proprio cliente mostra di avere perso lucidità  e controllo è opportuno sospendere la negoziazione mettendo in pratica la tecnica del Negotiation’s Time-Out. Il Time-Out è il mezzo più efficace per consentire a chi ha perso il controllo di razionalizzare la situazione e tornare ad esaminare la controversia con l’opportuno distacco. La durata della sospensione dipende dal caso concreto, a seconda delle circostanze e delle implicazioni emotive che caratterizzano la specifica controversia. Solo quando si è tornati padroni del proprio stato emotivo è possibile proseguire proficuamente la negoziazione.

commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Roma, 5- 6-7 e 13-14 marzo 2008
Corso di Specializzazione Avanzato per Conciliatori di Controversie Societarie, Bancarie e di Intermediazione Finanziaria ai sensi del D. Lgs. n. 5/2003
Condividi Il percorso accreditato offerto da ADR Center per la formazione dei professionisti della conciliazione prende una nuova denominazione nella...
Sharm El Sheik, 29 aprile-1 maggio 2008
In Egitto la prima sessione annuale della “International Advanced Mediation Training Academy”
CondividiSarà la splendida cornice di Sharm El Sheik, in Egitto, a fare da sfondo al corso di formazione professionale avanzata per conciliatori,...
Roma, 27-28 maggio 2008
“Negotiation At Its Best”
CondividiSi terrà a Roma il 27 e 28 maggio una straordinaria iniziativa di aggiornamento professionale che rappresenta come di consueto un valido...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...