+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
26 settembre 2005

Un giudice d’appello invita a conciliare le cause da “stress”lavorativo

di Redazione MondoADR
Print Friendly

La Corte d’Appello di Londra ha criticato la decisione di in insegnante di impugnare la sentenza emessa nella causa di lavoro contro la sua scuola, senza tentare preliminarmente una conciliazione.

L’insegnante lamentava di avere sofferto problemi psicologici a causa della riorganizzazione dell’attività  didattica, e accusava il direttore della scuola di non aver tenuto nel dovuto conto le sue esigenze.

Nel valutare i costi del processo di appello, durato nove giornate intere di udienza, il giudice ha sottolineato che i principi riguardanti il risarcimento dei danni provocati dallo stress sul lavoro sono stati ribaditi dalla giurisprudenza in numerose occasioni e sono ormai ben sa ldi, e ha ribadito che prima di proporre appello sarebbe stato preferibile provare la conciliazione. L’insegnante è stata condannata a risarcire le spese processuali.

commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Perchè il business ha bisogno della conciliazione
CondividiQuali sono i motivi della crescente diffusione della conciliazione tra i diversi metodi di risoluzione alternativa delle controversie? Coloro...
Roma, 20 ottobre 2005
Prevenire e gestire in modo rapido ed efficace le liti nel settore delle costruzioni
CondividiADR Center e il Dispute Resolution Board Foundation (DRBF), organizzano con la collaborazione della Camera di Commercio Internazionale (ICC),...
ADR Center interviene al “The Golden State of ADR”Los Angeles, 14 – 16 aprile 2005
Condividi Dal 14 al 16 aprile 2004 si terrà a Los Angeles la settima conferenza annuale organizzata dal Section of Dispute Resolution...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...