+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
18 Febbraio 2008

Il successo della mediazione familiare in Italia

di Redazione MondoADR
Print Friendly, PDF & Email

Una recente indagine empirica del Centro studi e ricerche sulla famiglia dell’Università Cattolica ha preso in considerazione un ampio campione di casi (1.133) nei quali è stato avviato un tentativo di mediazione familiare.

Anzitutto, ben 751 coppie (il 66 per cento) hanno portato a termine il percorso di mediazione. Solo una coppia su tre si è tirata indietro nelle fasi preliminari o nel vivo della procedura.

Nel caso di conclusione del procedimento di mediazione, oltre 7 coppie su 10 sono arrivate a un accordo completo sulla regolamentazione dei rapporti familiari dopo la separazione o il divorzio.

Più di 2 coppie su 10 giungono quanto meno a un accordo parziale, mentre solo il 5% non arriva a nessuna forma di accordo.

In 9 casi su 10 la mediazione ha avuto per oggetto anche l’affidamento dei figli. In questi casi, il 70,6% delle coppie ha scelto l’affido esclusivo alla madre, il 25,5% l’affido congiunto, e il 3,9% l’affido esclusivo al padre.

commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Pazienti e assicurazioni preferiscono l’ADR
CondividiE’ allo studio del legislatore dello Stato di New York una proposta in tema di assistenza sanitaria che prevede il ricorso a procedure ADR in...
Cassazione e ADR
Condividi “La lentezza dei processi rappresenta un grave costo sociale”, è quanto sostenuto dal Primo Presidente della Corte di Cassazione, Vincenzo...
Gestire i conflitti per prevenire le liti
Condividi Il 17 e 18 gennaio si è tenuto a New York il primo convegno sui sistemi integrati di gestione del conflitto organizzato dal CPR Institute...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...