+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
18 gennaio 2006

Nel Regno Unito il contenzioso costa alle aziende 48 miliardi di euro all’anno

di Luigi Cominelli
Print Friendly

Trentatre miliardi di sterline, quasi quarantotto miliardi di euro ogni anno. Questi sono i costi complessivi che le imprese del Regno Unito sostengono ogni anno per il contenzioso. Una cifra che da sola vale metà  della spesa sanitaria, o il prodotto interno lordo di un paese sviluppato di medie dimensioni.

I risultati dello studio presentato dal CEDR durante l’ultimo meeting della Confindustria britannica non hanno mancato di suscitare scalpore. La ricerca è stata condotta attraverso un’inchiesta che ha coinvolto oltre 600 aziende del Regno Unito. Gli oneri stimati comprendono non solo le spese legali, ma anche i risarcimenti a carico delle imprese. I costi legali sono stati ricavati dai dati dell’ufficio nazionale statistiche e dal fatturato degli studi legali.

Non è solo la cifra complessiva a stupire. La ricerca ha ricavato altri dati interessanti. L’80% delle liti rischia di avere un significativo impatto sulla competitività  dell’azienda. Inoltre, i manager non si sentono a loro agio nelle situazioni di conflitto: solo il 37% dei dirigenti intervistati ha risposto di sentirsi preparato a sufficienza per affrontare una controversia commerciale. Una controversia del valore di un milione di sterline impegna il management dell’azienda in media per tre anni. In un contenzioso di questo tipo, i giorni lavorativi impegnati sono 172 per l’ufficio legale, 430 per i manager direttamente coinvolti nella controversia e 259 per gli altri manager.

I problemi che derivano dal contenzioso non si fermano qui, e comprendono tra gli altri: i danni alla reputazione dell’impresa, il peggioramento del morale aziendale, il deterioramento delle relazioni commerciali, la perdita dei clienti e l’alto turnover tra i dipendenti.

Il deterioramento delle relazioni commerciali e l’esposizione al pubblico sono le conseguenze negative citate più frequentemente. Karl Mackie, direttore del CEDR, riconosce che il conflitto fa comunque parte degli affari, e che quello che fa la differenza è come lo si affronta. Una buona gestione del conflitto consente di risparmiare soldi e tempo, e una sostanziosa fetta di questi costi potrebbe essere evitata considerando in maniera più accorta le possibili alternative al giudizio.

Luigi Cominelli
Conflict is costing business
£33 billion every year -
da cedr.org.uk

 

commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Rabat, 5 – 6 dicembre 2005 – Casablanca, 8 – 9 dicembre 2005
Rèsolution des Conflits Commerciaux Internationaux
Massiccia partecipazione di esperti in campo legale e commerciale e imprenditori di importanti aziende locali ai due workshop organizzati dal...
Un programma di conciliazione contro l’uragano
Lo stato della Florida, colpito quest’anno da una successione di quattro uragani nel giro di due soli mesi, si appresta ad affrontare le...
Roma, 14 dicembre 2005
Ruolo del consulente tecnico e funzione conciliativa
Il 14 dicembre 2005, presso il Palazzo di Giustizia, il Forum delle Professioni del Lazio ha organizzato un convegno per l’approfondimento della...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok