+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
20 maggio 2008

Negoziare con i figli

di Rachele Neferteri Gabellini
Print Friendly

Scott Brown, fondatore del Negotiation Project presso la Harvard Law School, è un fautore della negoziazione in famiglia. Autore del libro “How to negotiate with Kids…. Even When You Shouldn’t”(Come negoziare con i figli, anche quando non dovreste), Brown descrive le conseguenze che derivano dal permissivismo o dall’autoritarismo nei confronti dei figli. Spesso i genitori non comprendono quanto un eccesso in entrambi i comportamenti possa essere la vera causa di reazioni apparentemente ingiustificate o non desiderate.

I figli di genitori troppo accondiscendenti non si sanno porre dei limiti e non sono capaci di rispettare le esigenze degli altri. Mentre i figli di genitori troppo autoritari, soggetti a costrizioni troppo rigide e a continue critiche o punizioni, rispondono disattendendo le
  regole e con una generale incapacità  di gestire le proprie reazioni emotive.

Una soluzione a questi “effetti indesiderati”è quella perseguita dai genitori capaci di porsi nel rapporto con i propri figli con un atteggiamento di tipo “relazionale”, ossia basato sul dialogo. L’approccio del cd. “problem-solving”è volto non ad evitare il conflitto, quanto piuttosto ad affrontarlo in modo costruttivo.

A tale riguardo, Brown enuclea sei principi fondamentali utili da seguire nei conflitti familiari, che possono essere così sintetizzati:
1. Gestire i propri stati emotivi. È il primo principio fondamentale di ogni tecnica di negoziazione. Gli stati emotivi non devono essere repressi ma gestiti. È necessario saper comunicare quando qualcosa non va o è sbagliato, ma senza esacerbare il conflitto.
2. Far accettare e insegnare a gestire gli stati emotivi. Un altro principio fondamentale è quello di insegnare ai propri figli la capacità  di comprendere, accettare e gestire i propri stati emotivi senza reprimerli.
 
3. Saper ascoltare per comprendere. Saper ascoltare è fondamentale per comprendere il motivo di determinati comportamenti senza giungere a soluzioni o giudizi affrettati.
4. Utilizzare il dialogo per insegnare. Nelle tecniche di negoziazione, spesso si utilizza la parafrasi e la riformulazione dei concetti per agevolare la comprensione di quanto espresso dal nostro interlocutore. Così spesso il dialogo è lo strumento più utile di insegnamento.
5. Essere persuasivi piuttosto che coercitivi. Il dialogo è uno strumento di persuasione di per sè più efficace di qualsiasi atteggiamento coercitivo.
6. Insegnare la disciplina in modo razionale e non invasivo. Il mancato rispetto di regole e i comportamenti sbagliati devono essere corretti con auto-disciplina, senza esasperare le situazioni di conflitto.


 


 

commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Roma, 27-28 maggio 2008
Negotiation at Its Best
Fervono i preparativi per la prestigiosa iniziativa che vedrà riuniti a Roma il 27 e 28 i maggiori studiosi e docenti in materia di negoziazione....
Roma, 2 giugno-1 luglio 2008
Corso di alta specializzazione per giuristi internazionali – “Making and Saving Deals”
Inizierà il 2 giugno la VI edizione del corso per giuristi internazionali “Making and Saving Deals, organizzato da ADR Center in collaborazione con il...
Roma, 25-26-27 giugno e 3-4 luglio 2008
Corso di Specializzazione per Conciliatori di Controversie Societarie, Bancarie e di Intermediazione Finanziaria regolata ai sensi del D. Lgs. n. 5/2003
Già numerose le adesioni all’edizione estiva del percorso accreditato per la formazione dei conciliatori societari. Il nuovo appuntamento con il...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok