+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
3 luglio 2007

I paparazzi conciliano

di Rachele Neferteri Gabellini
Print Friendly
È indubbio che la conciliazione stia progressivamente diffondendosi come valido strumento di risoluzione delle controversie sia in Europa che negli USA, non solo nell’ambito delle relazioni commerciali, ma anche in molti altri settori.
L’uso dei metodi conciliativi ha iniziato a prendere piede anche in un contesto peculiare con numerosi risvolti positivi un tempo impensabili. La validità della conciliazione come metodo costruttivo e “creativo” di risoluzione delle controversie ha infatti coinvolto anche il mondo dei media, dei vip, dello sport e dello spettacolo.
Proporzionalmente alla fiducia che molti ormai ripongono in questo strumento, la conciliazione inizia ad essere apprezzata anche per una sua peculiarità – quella di garantire la privacy. In diversi casi di diffamazione, persone celebri hanno potuto trovare una rapida soluzione senza essere esposti al giudizio del pubblico, ottenendo il risarcimento al danno subito non solo in termini economici ma anche morali. Un normale giudizio difficilmente potrebbe raggiungere risultati equiparabili in termini di efficacia.
Un caso concreto in questo senso è stato riportato di recente da Karl Mackie, Chief Executive del CEDR. Una celebre coppia è puntualmente oggetto delle attenzioni morbose dei paparazzi e di servizi offensivi sui tabloid, fino ad arrivare sul punto di fare causa. Considerate tutte le opzioni a disposizione, la coppia decide infine di tentare una conciliazione affidandosi con successo alla procedura di CEDR Solve.
La peculiarità e il plusvalore dell’accordo raggiunto sono stati che, oltre all’accordo economico, le parti hanno potuto risolvere la controversia salvaguardando le contrapposte esigenze – rispettivamente di tutela della privacy e di informazione al pubblico – convogliandole in una soluzione alternativa.
L’accordo, oltre al compenso economico per le diffamazioni già subite, ha previsto anche una modalità concordata di pubblicizzazione della controversia in corso e regole specifiche su come riportare i fatti riguardanti la vita della coppia in futuro.
Le dinamiche della conciliazione sembrano così adattarsi alla perfezione agli interessi dei personaggi pubblici e dello spettacolo. Si tratta in genere di persone determinate e competitive, orientate a mantenere il controllo sulle controversie che li riguardano, delegando il meno possibile ad avvocati e consiglieri.
da Karl Mackie, Mediation has a new claim to fame, The Barrister
commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Più semplicità  per le controversie di lavoro
L’atteso Rapporto Gibbons sulla risoluzione delle controversie di lavoro, commissionato dal ministro Alistar Darling per il Department for Trade and...
Roma, 4-5-6 e 12-13 luglio 2007
Forma e sostanza della conciliazione professionale
Si conclude in positivo il primo semestre del 2007, che ha visto il lancio della nuova struttura didattica progettata appositamente da ADR Center per...
Roma, 27 settembre 2007
“Massimizzare i risultati del negoziato e delle procedure di ADR”e “Gestire efficacemente l’arbitrato internazionale”
ADR Center promuove due straordinarie Master Class con docenti d’eccezione provenienti da Europa, Stati Uniti e Medio Oriente. I due importanti...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok