+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
3 luglio 2007

Conciliare è sempre possibile

di Piergiorgio Zettera
Print Friendly
Un caso di controversia in materia di appalto: i soggetti coinvolti
Nel marzo del 2001, una controversia in materia di appalto pendente in primo grado nello stato di New York viene inviata dal giudice per l’esperimento di una procedura conciliativa presieduta da un neutrale esperto. Le parti hanno un termine di 45 giorni per comparire dinanzi al conciliatore. La lite nasceva all’interno di un rapporto contrattuale tra un appaltatore ed un subappaltatore. L’appaltatore accusava il subappaltatore di non svolgere correttamente il proprio lavoro e a seguito di varie diffide in forma scritta risolse il contratto e confiscò i materiali e le attrezzature del subappaltatore, procedendo autonomamente allo svolgimento dei lavori.
L’avvio della procedura
Precedentemente all’incontro fissato per la procedura conciliativa, ciascuna delle parti sottopone al conciliatore le proprie memorie difensive con la relativa analisi giuridica del caso, sostenendo la legittimità della propria posizione e il proprio diritto al risarcimento dei danni lamentati. Nelle controversie in materia di appalti, solitamente, il coinvolgimento emotivo delle parti e di coloro che le rappresentano è elevato, anche se il conciliatore esperto ne è normalmente consapevole e in grado di gestirlo. Tuttavia, in questo caso il livello del conflitto è oltre ogni aspettativa. Nonostante ciò, a seguito di diversi colloqui che ciascuna parte tiene in privato con il conciliatore, pur continuando a ritenere l’altro contendente nel torto, sia l’appaltatore che il subappaltatore riconoscono di non poter ottenere tutto ciò che vogliono, pur continuando a chiedere un risarcimento maggiore rispetto a quello del proprio avversario e ad attribuirgli la responsabilità della vicenda.
Il tentativo di chiudere la procedura conciliativa
Dopo alcuni colloqui in privato con le singole parti, il conciliatore adotta una strategia diversa e chiede di incontrarsi da solo con gli avvocati per superare le differenze e gli orgogli professionali di ciascuno e giungere ad una definizione della controversia senza avviare una causa. Gli avvocati tuttavia rimangono sostanzialmente sulle loro posizioni, perché non tengono in debita considerazione quanto già evidenziato dal conciliatore, ossia che nel settore degli appalti la vera priorità è cercare di mantenere il più a lungo possibile le relazioni d’affari, sviluppandole nel tempo.
 
Epilogo
La conciliazione riprende il suo corso. Il conciliatore ricorda ancora una volta i forti costi che sarebbero conseguiti ad una mancata definizione stragiudiziale della lite, e inaspettatamente l’appaltatore chiede al subappaltatore di incontrasi con lui in privato. Dopo dieci minuti le parti si ripresentano davanti al conciliatore con una transazione.
Ogni conciliatore di successo sa che la pazienza non è solamente una virtù ma un dovere. Anche se molte procedure conciliative sono destinate a chiudersi con un insuccesso a causa del clima di tensione e negatività creato dalle parti, la strada per conciliare una controversia può sempre essere trovata in maniera inaspettata.
Tratto da un articolo di Gary Morgerman (Settembre 2006)
commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Più semplicità  per le controversie di lavoro
L’atteso Rapporto Gibbons sulla risoluzione delle controversie di lavoro, commissionato dal ministro Alistar Darling per il Department for Trade and...
Roma, 4-5-6 e 12-13 luglio 2007
Forma e sostanza della conciliazione professionale
Si conclude in positivo il primo semestre del 2007, che ha visto il lancio della nuova struttura didattica progettata appositamente da ADR Center per...
Roma, 27 settembre 2007
“Massimizzare i risultati del negoziato e delle procedure di ADR”e “Gestire efficacemente l’arbitrato internazionale”
ADR Center promuove due straordinarie Master Class con docenti d’eccezione provenienti da Europa, Stati Uniti e Medio Oriente. I due importanti...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok