+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
15 dicembre 2008

Valutazione dei sistemi giudiziari europei sull’efficacia della giustizia

di Redazione MondoADR
Print Friendly
Il 19 novembre, alle ore 15:30, presso l\’Aula Magna della Corte Suprema di Cassazione è stato illustrato il Rapporto di valutazione dei sistemi giudiziari europei della Commissione europea per l’efficacia della giustizia, d’ora in avanti CEPEJ, promosso dal Consiglio d\’Europa e presentato ufficialmente a Parigi l’8 ottobre scorso nel corso di una conferenza stampa.
Il Rapporto 2008 della CEPEJ. contribuisce a valutare il più oggettivamente possibile, sulla base dei dati del 2006 forniti dai vari Stati, lo stato di salute della giustizia all’interno dei 47 Stati Membri, non solo quelli dell’Unione europea ma anche, per esempio, Russia, Turchia e Paesi scandinavi.
Attraverso l’analisi di questi dati la CEPEJ definisce lo stato dell’arte e anche possibili percorsi da intraprendere per migliorare i singoli sistemi giudiziari, indicando progressi, carenze e problemi cronici dei singoli Stati, riconoscendo i motivi che le hanno determinate e suggerendo eventuali soluzioni.
Dal Rapporto è emersa chiaramente la situazione critica in cui versa l’Italia che, seppur ben nota, appare ancora più impressionante quando la si paragona ad altri Paesi. Siamo difatti ancora agli ultimi posti per la durata eccessiva in genere degli affari civili contenziosi (507 giorni, a fronte dei 262 della Francia e 261 della Spagna), mentre per quel che riguarda il numero delle risorse umane destinate alla giustizia (magistrati e personale amministrativo) l’Italia non si discosta molto da altri simili partner europei (11 giudici ogni 100.000 abitanti in Italia; 11,9 in Francia, 10,1 in Spagna). In definitiva, quello che si evince è un generale cattivo utilizzo delle risorse del nostro sistema giudiziario e la conseguente necessità di una complessiva razionalizzazione del sistema.
La CEPEJ, alla vigilia del suo 6° anniversario, è riuscita a realizzare un efficace sistema di valutazione dei sistemi giuridici europei. Gli Stati Membri del Consiglio d’Europa possono ora accedere a dati affidabili in ambito giudiziario e questo permette loro di considerare, con cognizione di causa e quando ve ne sia la giusta volontà, quali sono le misure concrete da adottare a livello nazionale per aggiornare i sistemi giudiziari e migliorarne l’efficienza e il funzionamento.
Durante la presentazione del Rapporto, all’interno della prestigiosa aula Magna della Corte Suprema di Cassazione, sono intervenuti autorevoli ospiti quali il Sottosegretario di Stato alla Giustizia Maria Elisabetta Alberti Casellati, il Presidente della Corte di Cassazione Vincenzo Carbone, il presidente della CEPEJ Fausto De Santis e il Capo del Dipartimento dell\’organizzazione giudiziaria del ministero Luigi Birritteri.
Per una lettura approfondita consultare il Rapporto disponibile in allegato.
commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
L’importanza dell’ADR nella risoluzione delle controversie internazionali (II parte)
I progetti internazionali di ADR Center: MEDA, Marocco, Nigeria, Turchia e Barbados Continuando ad esaminare i progetti di ADR Center nel mondo, anche...
Conflitti nelle relazioni interpersonali
Molti non sanno che le modalità con cui si gestiscono i conflitti possono incidere significativamente sugli stati emotivi e sulla salute delle persone...
Ankara, 25-26-27 Ottobre 2008
ADR Basic Mediation Skills Training/Technical Assistance for Better Access to Justice
Si è svolto ad Ankara il primo dei quattro training in ADR previsti in Turchia dal progetto Technical Assistance for Better Access to Justice...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok