+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
19 marzo 2007

Sull’Economist Karl Mackie parla di MEDAL

di Redazione MondoADR
Print Friendly
Il numero di febbraio dell’Economist ha dedicato un ampio articolo alla crescita della conciliazione commerciale nel mondo, citando le statistiche elaborate di recente dal CEDR di Londra (Knocking heads together, Economist del 3 febbraio 2007).
L’autorevole periodico cita fra le cause del recente successo della conciliazione il crescente carico di lavoro dei tribunali e la progressiva perdita di appeal dell’arbitrato, sempre più costoso e lento (negli Stati Uniti le stime indicano una durata media dei procedimenti arbitrali di 16,7 mesi).
Karl Mackie, presidente del CEDR, descritto come uno dei provider di ADR più importanti d’Europa, afferma che il 70-80% circa delle oltre 3.000 controversie commerciali portate ogni anno in conciliazione a Londra vengono risolte in uno o due giorni, mentre il 10-15% viene risolto nel giro di poche settimane.
Nel Regno Unito i tribunali incentivano i litiganti a ricorrere alla conciliazione, prospettando il rischio di pronunce sfavorevoli in punto di spese quando il rifiuto di conciliare sia ingiustificato. Negli Stati Uniti, i casi gestiti dal provider di ADR Jams aumentano ogni anno e sono arrivati a toccare quota 10.000. Anche per le controversie portate in tribunale, i casi nei quali si arriva fino alla sentenza del giudice sono scesi oggi al 2% (erano l’11% nel 1962), tanto da indurre Marc Galanter a parlare di “vanishing trial” (processo che scompare).
Diversi stati fra cui Oregon, California, Florida e Texas hanno previsto ipotesi in cui il tentativo di conciliazione è obbligatorio. Più di 1.500 studi legali e 800 aziende Usa si sono pubblicamente impegnate a tentare la via conciliativa prima di andare in tribunale.
Anche in Europa si pensa a incentivi più forti per la conciliazione: la Commissione europea dovrebbe rendere pubblica in autunno una proposta di direttiva per l’armonizzazione dei procedimenti di conciliazione tra i paesi membri dell’Unione.
Mackie parla di una rivoluzione globale e cita MEDAL, l’alleanza internazionale di providers ADR provenienti dal Regno Unito, Olanda, Francia, Stati Uniti e Italia (il partner italiano di MEDAL è ADR Center). Nuove domande di adesione a MEDAL vengono oggi da Arabia Saudita, Russia, Tailandia, Giappone, Bangladesh, Camerun e Slovenia.
commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Percorsi formativi ADR Center
Poco più di un mese fa, veniva ufficialmente pubblicato il nuovo sito internet di ADR Center. Lampante il rinnovo della veste grafica cui inoltre si...
Roma, 16 marzo 2007
Workshop per Esperti in Tecniche di Risoluzione Alternativa delle Controversie
Grande attesa per l’evento gratuito di primavera che accoglierà nella splendida cornice di Piazza di Spagna professionisti appartenenti alle più...
Roma, 30 maggio-29 giugno 2007
5
° Corso di alta specializzazione per giuristi internazionali – “Making and Saving Deals”
Si svolgeranno nei prossimi giorni i primi colloqui per la selezione delle domande di ammissione alla V edizione del corso per giuristi internazionali...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok