+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
27 aprile 2005

Riservatezza della conciliazione e diritto costituzionale

di Redazione MondoADR
Print Friendly

La Corte Suprema del New Jersey si sta occupando di un caso (State v. Carl Williams) in cui si discute dell\’obbligo di riservatezza del conciliatore, previsto dallo Uniform Mediation Act (UMA).

Si sta valutando la possibilità  di derogare al dovere del conciliatore di mantenere il riserbo, affinchè questi testimoni nel processo penale State v. Carl Williams, dal momento che la deposizione è essenziale per dimostrare l\’innocenza dell\’imputato (Williams).

Due sono le norme che si contrappongono: da una parte il Sesto Emendamento, che prevede il diritto cogente dell\’imputato di ottenere l\’ammissione nel processo della testimonianza a proprio favore, e, dall\’altra, il vincolo di riservatezza del conciliatore, secondo quanto previsto dallo UMA.

Il giudice della trial court, applicando la State\’s Complementary Dispute Resolution Program Rule 1:40-4(c), non ha ammesso la testimonianza, in quanto la legge prevede che “nessuna rivelazione fatta da una parte durante la conciliazione è ammessa come prova contro quella parte in qualsiasi procedimento civile, penale …”

Secondo il giudice James R. Zazzali, “la conciliazione si fonda completamente sulla fiducia e la riservatezza” e un\’eccezione del genere rischierebbe di metterne in serio pericolo la credibilità .

Per il giudice Barry T. Albin, la Sezione 6(b) della legge ammette la produzione coattiva in giudizio delle comunicazioni assunte nella conciliazione quando il giudice non riesca ad avere altrimenti la prova, poichè “l\’interesse della giustizia ad ottenere una prova prevale sull\’interesse alla protezione della riservatezza.”

Zazzali ha chiesto un parere a Paul Heinzel, vice Attorney General della Division of Criminal Justice, il quale ha dichiarato di non avere obiezioni in merito.

La Committee on Dispute Resolution – composta da membri dell\’ABA del New Jersey, dell\’Association of Mediators e della Garibaldi ADR Inn of Court – ha trasmesso un proprio parere, invitando la corte ad ammettere la testimonianza.

 

commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Il caso Burchell contro Bullard: i recenti orientamenti della giurisprudenza inglese
Recentemente i giudici inglesi valutano con più attenzione il rifiuto delle parti di aderire alla conciliazione. Infatti, fino ad ora, si è...
Rimini – May 27, 2005
Master Class in Mediation
Grand Hotel Rimini • 9.00 a.m. to 12.30 p.m. Kenneth R. Feinberg, Esq. and Judge Daniel Weinstein, Ret. Discuss their techniques in mediating...
Il Presidente Bush limita il ricorso alle class actions
Il Presidente Bush ha recentemente firmato una legge (Class Action Fairness Doctrine Act) che limiterà il ricorso alle class actions. Il provvedimento...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok