+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
21 febbraio 2005

Nuove regole per la conciliazione nelle società  quotate in borsa

di Redazione MondoADR
Print Friendly

La Borsa di New York (New York Stock Exchange – NYSE) sta apportando delle modifiche al suo sistema di conciliazione delle controversie insorte tra le società  di borsa e i loro agenti, al fine di velocizzare il processo ed assicurare un\’ulteriore supervisione da parte di comitati regolatori.

Secondo una nuova norma del Manuale della borsa delle società  quotate, recentemente approvato dalla Commissione di Sicurezza e di Cambio (Securities and Exchange Commission – SEC), responsabile per la tutela degli investitori e il mantenimento dell’integrità  della sicurezza nei mercati finanziari, le conciliazioni tra le società  e i loro agenti – noti come “unità  di specialisti” – sarebbero limitate a tre mesi e soggette a revisione da parte del “gruppo di controllo”dello stesso NYSE.

Le unità  speciali normalmente comprano e vendono quote da un inventario tenuto al fine di assicurare mercati stabili in uno o più titoli. Al momento, le società  quotate possono conciliare controversie non regolatorie con le loro unità  di specialisti, incluse quelle per incompetenza di uno specialista assegnato ad una società  o per l’assegnazione a diversa unità .

Ad ogni modo, questo processo fin dalla sua adozione non è stato mai utilizzato perchè visto come “ingombrante e veramente lungo”. Il tempo minimo per un cambiamento sotto il regime di questo sistema è infatti di un anno.

E’ stato peraltro affermato che il rapporto professionale tra una società  quotata e la sua unità  di specialisti è di eminente rilievo per un mercato stabile, e che i cambiamenti al processo di conciliazione sono intesi al fine di “fornire un metodo di risoluzione delle problematiche non regolatorie che sia più efficiente e significativo”.

La Commissione di Sicurezza e di Cambio (SEC) ha affermato che, in corso di approvazione di tali cambiamenti, lo scopo è quello di bilanciare il bisogno di modificare il processo di conciliazione con il bisogno di supervisione da parte degli uffici regolatori del NYSE.

La sezione 806.01 del nuovo manuale stabilisce pertanto che le società  quotate devono inoltrare alla segreteria aziendale del NYSE la richiesta di cambiamento dell\’unità  di specialisti e notificato successivamente a quest’ultima il cambiamento in atto.

Il NYSE poi procederà  alla nomina di un comitato di conciliazione composto di rappresentanti del suo Consiglio di Amministrazione. Un comitato di conciliazione dovrebbe essere, infatti, composto da almeno un rappresentante agente di sala, un rappresentante investitore e un rappresentante del CDA della società  quotata.

Secondo le nuove regole, il comitato di conciliazione deve iniziare la conciliazione “appena essa sia praticabile”, una volta scaduto il limite di tempo per la risposta di uno specialista ad una richiesta di trasferimento fondi da parte di una società  quotata.

Se la conciliazione fosse vincente, la società  quotata informerebbe il New York Stock Exchange della volontà  di mantenere la propria unità  di specialisti, mentre se la conciliazione non dovesse dare esiti positivi nei limiti di tre mesi, la società  quotata potrebbe procedere al processo di cambiamento dell\’unità .

Secondo il SEC, nonostante il processo sia così abbreviato e semplificato, questo renderà  possibile alle parti di scegliere se impegnarsi in una controversia o se risolvere ogni aspetto non regolatorio attraverso un comitato di conciliazione.

Inoltre, nulla nel sistema così modificato pone alcun limite al numero delle volte in cui una delle parti può incontrare il comitato di conciliazione, con la speranza di raggiungere una risoluzione della controversia.

Peraltro, simultaneamente al processo di conciliazione il gruppo di regolamentazione può rivedere anche la richiesta di cambiamento per assicurarsi che questa sia ancora appropriata. E’ inoltre autorizzato a chiedere ulteriori controlli da parte del “comitato di controllo”del NYSE (Regulatory Oversight Committee) formato dal consiglio direttivo.

Prima di approvare alcun cambio, il ROC – composto interamente da direttori indipendenti di NYSE – deve accertare che la richiesta non sia stata inoltrata in conseguenza di alcuna attività  illegale, o che non abbia violato alcuna delle regole del NYSE o che sia servita come ritorsione per un rifiuto opposto da una unità  di specialisti a partecipare in condotte illegali.

La Commissione di Sicurezza e Cambio ha affermato che: “Mentre la proposta diminuisce la durata di risoluzione delle controversie tra una società  quotata e l\’unità  di specialisti a tre mesi, allo stesso tempo introduce il coinvolgimento del Gruppo di Regolamentazione dei Cambi nel processo di conciliazione, per assicurare che il cambiamento richiesto per una specifica unità  di specialisti sia dovuto a ragioni non regolamentari”.

Sotto la modificata regola NYSE 103B, le unità  di specialisti che fossero state oggetto di richieste di cambiamento sarebbero ammesse al procedimento di conciliazione, ma ciò non darebbe loro alcun diritto ad un trattamento più favorevole. La regola modificata aggiunge, inoltre, che da ciò non deriverebbe, di contro, alcuna conseguenza negativa.

Le unità  di specialisti dovrebbero essere in grado inoltre di partecipare nel processo di cambiamento “nonostante il fatto che la società  quotata e l\’unità  stessa abbiano preso parte alla conciliazione”.

Esiste una remota possibilità  che un\’unità  di specialisti possa essere assegnata alla medesima società  con cui sia stata coinvolta in una conciliazione, ma – come ha affermato il SEC – “l\’unità  non dovrebbe essere sbarrata nella domanda di allocazione, in modo particolare se oggetto della conciliazione sia stato un aspetto non regolamentativo tra le parti”.

 

 

commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Conciliazione e Pubblica Amministrazione: una collaborazione vincente
Fermi restando i limiti che incontrano anche i privati al momento di stipulare una transazione e partendo dal presupposto per cui la conciliazione è...
Conciliazione àœber Alles
Negli ultimi anni la Germania ha registrato un aumento del ricorso all’ADR da parte delle grandi imprese. Questo è il risultato di una recente...
Conciliazione e notariato: una sfida appena iniziata – I parte
Generalità La riforma del diritto societario è entrata in vigore con il decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 5 e il decreto legislativo 17 gennaio...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok