+39 06 36 09 37
Il portale di riferimento sulla risoluzione alternativa delle controversie
Nr. 1 Registro organismi di mediazione Ministero della Giustizia
1 giugno 2002

ADR Center a Modena per il “Summer Abroad Program “ International Business & ADR”della Hamline University

di Redazione MondoADR
Print Friendly

Durante l’estate del 2002 l’Università  di Modena è sede del “Summer Abroad Program – International Business & ADR”, organizzato dal Dispute Resolution Institute (DRI) dell’Università  di Hamline.

Il DRI, incardinato presso la Facoltà  di Giurisprudenza dell’Università  di Hamline, figura al quinto posto negli Stati Uniti tra le migliori istituzioni accademiche che si occupano di risoluzione alternativa delle controversie. Il programma del DRI a Modena comprende tre moduli consecutivi.

Il primo modulo, “Cross-Cultural Negotiation” (24 giugno – 4 luglio), affronta l’impatto delle differenze culturali sul processo negoziale, analizzando alcune “dimensioni”culturali del negoziato, come la lingua, i costumi ed i valori di una società . I docenti sono Antonio Mendoza , della “Pepperdine University School of Law”(il cui Straus Institute for Dispute Resolution è al primo posto nella graduatoria sopra citata), e Giuseppe De Palo, vice-presidente di ADR Center e docente di Tecniche della Negoziazione alla Hamline University.

Il secondo modulo, “Conflict Theory and its International Implications” (5 – 17 luglio) ha come docenti Dorothy Della Noce, docente presso la “Hofstra University School of Law”e co-fondatrice dello “Institute for the Study of Conflict Transformation”, e Kenneth Fox, direttore del programma di “Conflict Studies”alla Hamline University School of Law. In questo modulo interdisciplinare i docenti illustreranno le prospettive biologiche/fisiologiche, psicodinamiche, socio-psicologiche sul tema del conflitto e sulle reazioni a questo, con particolare riferimento al contesto internazionale.

Il terzo modulo, “International Business Transactions” (18 – 29 luglio), si concentra sull’analisi delle tre principali tipologie di transazioni commerciali internazionali, ossia contratti di vendita, di licenza ed investimenti in altri paesi, con particolare riferimento alle tecniche redazionali. Inoltre, saranno oggetto di studio le diverse opzioni per risolvere le controversie che inevitabilmente sorgono nel commercio internazionale.

I docenti sono Hal Abramson, del Touro Law Center, nel New Jersey, e Giuseppe De Palo. Le lezioni per i tre moduli del programma modenese di Hamline sono tenute in lingua inglese. I partecipanti sono stati sino ad ora esclusivamente studenti e professionisti d’oltreoceano. Studenti e professionisti interessati possono comunque contattare ADR Center per avere maggiori informazioni. Il superamento del corso conferisce 6 crediti accademici riconosciuti dall\’ American Bar Association.

commenti
  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Articoli Consigliati
Pubblicato Libro verde sull’ADR
I modi alternativi di risoluzione delle controversie in campo civile e commerciale (qui di seguito designati, ai fini del Libro verde e per...
Presentato il progetto di legge in materia di mediazione familiare
Presentato in Parlamento il Progetto di legge nr. 2594, relativo alla “Istituzione della figura professionale del mediatore familiare”. Il...
In aumento le conciliazioni in Inghilterra
I fornitori di servizi di ADR, in statistiche non ufficiali, indicano che il ricorso alla conciliazione è in costante crescita. Un recente studio...
Newsletter

NON PERDERTI LE NEWS SUL MONDO
DELLA MEDIAZIONE E GIURISPRUDENZA

Iscriviti alla Newsletter per ricevere le notizie in ambito giuridico e di gestione delle controversie.
Ho letto e accetto l’Informativa sulla Privacy

Loading...
Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. ok